Qualche volta corro · Week end da paura

La Maratona dell’epic fail (sempre col sorriso però!)

C’è stata la Prima Maratona, quella della Testardaggine e dell’Amicizia, quella della Follia e ieri è arrivata la Maratona dell’Epic Fail. Prima di passare per la Pollyanna de’ noartri, perché è così che passerò, perché sono talmente innamorata della maratona che non posso fare a meno di trovare lati positivi anche in questo mezzo fallimento,… Continue reading La Maratona dell’epic fail (sempre col sorriso però!)

Senza categoria

Alessandra

Ci sono persone che sono catalizzatrici di storie. Sono persone che attirano storie, e attirano persone con storie, e queste storie le tirano fuori, con una semplicità spiazzante. Non è sempre facile avere a che fare con queste persone, perché di solito sono particolari e destabilizzanti, ma se, in qualche modo, riesci a sintonizzarti sulla… Continue reading Alessandra

Qualche volta corro · Week end da paura

Di quella volta che lasciai la prudenza a casa

Ieri ho corso la mia settima mezza maratona. Era nel programma della maratona, due domeniche prima della Regina. “Mezza tirata”, c’era scritto, ed io la guardavo con enorme sospetto. A due settimane dalla maratona ho un po’ paura perfino ad attraversare la strada, per il panico di farmi male, figuriamoci una mezza tirata. A questo… Continue reading Di quella volta che lasciai la prudenza a casa

My trainings · Qualche volta corro

Se fossi una corsa sarei un lunghissimo

Domenica, come quasi tutti quelli che stanno preparando le Maratone di Roma e Milano, ho fatto il lunghissimo. Per chi è completamente digiuno di corse il lunghissimo è quella corsa, tipicamente sopra i 30km, che ti porta vicino al chilometraggio della maratona, e che ti prepara fisicamente e psicologicamente a stare sulle gambe tutto il… Continue reading Se fossi una corsa sarei un lunghissimo

Reading is sexy · Senza categoria

Laborioso, laborioso, laborioso

“Signore, in che modo muore un uomo quando è privato della consolazione della letteratura?”  “In uno di questi due modi,” disse “pietrificazione del cuore o atrofia del sistema nervoso.” Io non lo so proprio come muore, però so come starei io senza leggere. Sarei meno viva, e di certo mi raggrinzirei come una prugna secca. Certi… Continue reading Laborioso, laborioso, laborioso