Nessuno dovrebbe andare al cinema se non crede agli ero · Senza categoria

Rocket man, burning out his fuse up here alone

Ieri sera, tutta presa nel mio ottimo (me lo dico da sola) proposito di vedere almeno 2 film al mese (a gennaio in realtà ne ho visti 5 e a febbraio questo è il terzo), ho deciso di vedere Rocketman, il film ispirato alla vita di Elton John, con la piccola Ludo. Come già Vale, la Nanetta regge bene la visione dei film (faccio coming out, non sopporto i bambini che saltano di continuo da un video youtube all’altro, come alcuni figli di amici, con lo span di attenzione di 45 secondi. Per la legge del contrappasso mi sarebbe dovuta capitare una figlia così, invece no, grazie, o capricciosa e volubile divinità dei figli), ma non ero preparata alla sua reazione di fronte a questo musical. Impazzita. Quando è partita Crocodile rock si è alzata dal divano e ha iniziato a ballare, scatenata. E io sono stata travolta dai ricordi. Vale aveva una reazione simile, alla sua età, quando sentiva We will rock you. E in effetti sono due canzoni con un ritmo talmente travolgente che è impossibile resistere, totalmente diverse tra di loro, le sento comunque legate da una sorta di “battito interiore intuitivo”. Non importa cosa sai di musica, ma le sentirai, e proverai qualcosa. Ecco, Ludo ha guardato quasi tutto Rocketman con l’entusiasmo di una groupie, poi, finalmente, è caduta in letargo, ma il tato che canta con le corna e le ali (“vola?”, mi ha chiesto) che cerca la mamma e il babbo (chiamala scema) le è rimasto così impresso che stamani si è svegliata chiedendo “le orecchie come il tato”! Direi che abbiamo il progetto per il vestito di carnevale, no? Vi immaginate la figata? Ma da cosa è vestita la Ludo? Da Elton John!

5 pensieri riguardo “Rocket man, burning out his fuse up here alone

    1. Io e un’amica dopo la visione del film abbiamo deciso di andare al concerto a Berlino, è l’ultimo tour e so già che tra 20 anni mi mangerò le mani se non andrò! Ho già perso i queen, de andré, per non parlare del fatto che avevo i biglietti di Lucio dalla e non sono andata perché ebbi una bega al lavoro che mi costrinse in reparto fino a mezzanotte!

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...