Never Give up

Propositi per il 2021

Mi aspetto molto, moltissimo dal 2021. Da me stessa nel 2021, per la precisione. Mi sono sentita spesso inconcludente, quest’anno, anche se credo che a molti, dall’esterno, non sarà sembrato, ma conta come mi sento io, no?

Vale è stata la mia preoccupazione principale, (più del coronavirus, per capirsi), mi ha spezzato il cuore un paio di volte facendo cose che non mi sarei aspettata da lui, per un mesetto non sono letteralmente riuscita a combinare nulla perché avevo un Valerio intermittente nel cervello che occupava tutti i miei pensieri; ho lavorato tanto su me stessa, parlato con lui, cercato vie traverse, mi sto facendo aiutare da uno psicologo di una bravura stupefacente che mi ha fatto notare un paio di cosette che mi hanno lasciato abbastanza sconcertata (vince su tutte “non so se ti sei accorta che il modo in cui stai descrivendo il tuo babbo a 25 anni è esattamente l’immagine futura fallimentare di Valerio che ti tormenta”, no, non me ne ero accorta, caponissima me), e altre le ho capite da sola soltanto esponendogli i miei pensieri con metodo, e quindi il primo buon proposito del 2021 riguarda proprio Vale. Impegno costante e puntuale per aiutarlo a traghettare questo adolescente talvolta ingestibile verso i 18 anni.

Lavoro. Il lavoro è stata la mia seconda preoccupazione (sì, assai più di Ludo, sono una mamma degenere? Una bimba di quasi due anni felice, serena, piena di gioie, che ama giocare, leggere e guardare filmini, nonostante un carattere di merda che non si capisce da chi abbia ereditato, visto che siamo una famiglia di persone molto razionali, sì, perfino Vale, mi ha turbato meno delle menate lavorative, inutile negarlo). Sono stata promossa a un ruolo che NON MI PIACE, o meglio, mi piace molto meno del precedente, che, per forza di cose, essendo un progetto, si è esaurito. In un’azienda non sempre ci sono ruoli in progetti grossi da ricoprire, una volta finita una linea c’è la routine, o la coordinazione di più routine, e io, in questa routine, non mi sto trovando, non sono contenta. Uno dei miei grossi difetti è che, quando faccio cose che mi piacciono meno, sono meno brava. Molto meno brava. Mi adagio sui miei difetti. Ecco, potrei darmi il proposito di stravolgere il mio mondo lavorativo (sì, ci ho pensato, sono arrivate un paio di proposte di lavoro che mi hanno tentato), ma, pur sentendomi vigliacca, e odiando questa sensazione (il cappello parlante non mi smisterà in Grifondoro -.-), sento che non è il momento. Il mio impegno mentale (e anche un po’ fisico) con Vale è così grande che avrei paura di arrivare a trascurarlo, come ho fatto durante il progetto, nel 2017-2018 (è terribile pensare che il momento lavorativo che percepisco come il più bello della mia vita sia stato quello in cui ho trascurato mio figlio, avrei dovuto muovermi molto diversamente, ma è inutile piangere sul latte versato, si può solo cercare di imparare a non versarlo più). E anche il mio impegno logistico con Ludo. Quindi quest’anno sarà incentrato sul fare meglio con quello che si ha. Cioè il mio lavoro. Ché non solo non sono a spaccare in miniera, ma rimane un lavoro che, spesso, mi stimola mentalmente. Quindi, farlo bene anche se non mi entusiasma, dare il massimo anche lì. Voglio che il mio capo sia entusiasta. È una persona intelligente, mi conosce da molti anni, se farò bene se ne accorgerà.

Lettura. Su Goodreads piazzerò il solito obiettivo dei 50 libri. Ma il numero è di gran lunga secondario a quello su cui mi voglio concentrare nella lettura, che è esercitarmi all’empatia soprattutto con chi vive in un mondo e in una situazione diversa dalla mia! Quindi, almeno metà dei miei libri dovrà essere scritto da donne, e un terzo deve venire da zone geografiche fuori dai miei normali orizzonti o da persone che, in qualunque modo, sono discriminate. Per cui, tutto quello che non è Europa e Nord-America sarà considerato in quel 30%, ma aggiungo a questo essere “fuori dalla comfort zone” l’Europa dell’Est, e gli scrittori di origini non autoctone, quindi immigrati di prima e seconda generazione, perché credo che anche le loro voci, per me, siano da considerare MOLTO diverse. Ci metto anche tutta la letteratura LGBTQIA+ . È la prima volta che mi do obiettivi numerici nelle “categorie” dei libri, non so come andrà, se soffrirò questa auto imposizione, se riuscirò a trovare il giusto compromesso tra progettualità di lettura e voglie estemporanee, vediamo. Di sicuro nell’ultimo anno ho pensato sempre di più al mio leggere come a un modo per entrare in contatto con mondi diversi, e non voglio rinunciare a questo desiderio.

Divina Commedia. Un punto a parte nei progetti di lettura riguarda la Divina Commedia. Voglio leggere un canto a settimana della mia meravigliosa edizione commentata da Anna Maria Chiavacci Leonardi. È quindi un progetto che non si esaurirà nel 2021. Ma da portare avanti. La voglio leggere con attenzione e passione. E vorrei accompagnarlo con un paio di saggi, ancora da individuare.


Corsa. Quest’anno ho corso 1200 chilometri. Proprio pochini pochini. Non voglio darmi obiettivi troppo ambiziosi, perché ho la sensazione che i primi due oggetti di questa lista saranno davvero impegnativi, tuttavia sento che non darmi un obiettivo potrebbe farmi perdere uno dei miei punti cardinali. Quindi l’obiettivo è il seguente: 130 chilometri al mese e riprendere a fare le mezze, se il covid sarà clemente con noi (o meglio, se la copertura vaccinale ci aiuterà a riprendere alcune belle abitudini!). Mantenendo questa media dovrei superare i 1500 chilometri, in un anno, e mi sembra un numerino interessante.

Film. Anche qui low profile. Segnarli sarebbe già qualcosa, visto che per i film ho la memoria di un bradipo con l’arteriosclerosi. Ma 2 al mese vorrei anche riuscire a vederli. Low low profile.

Niente musica, ed è per me un dolore, come dico sempre per me la ricerca di musica nuova è complessa, perché non ho orecchio e prima di capire se una cosa mi piace ci metto 12 ascolti. E mi piace poca roba. Per cui di norma è massima spesa (di tempo) poca resa, e tempo, si sarà capito, ce n’è poco. Prima o poi troverò un nuovo guru che mi suggerirà bella musica (dopo anni piango ancora la dipartita del programma radio King Kong), per ora ascolto canzoni che già conosco, e mi accontento.

Se qualcuno passa di qui auguro un 2021 luminosissimo, auguro che la copertura vaccinale ci permetta di tornare a una bella normalità, auguro bei libri, belle corse, figli buoni a tutti (li ho messi in ordine di difficoltà, dal più easy al più arduo!). Un pensiero speciale va a tutti coloro che hanno tra i 18 e i 25 anni. A loro auguro il coraggio di cercare con testardaggine di fare ciò che amano, avrei voluto che me lo dicessero, a quell’età, io non avrei ascoltato (Vale non mi ascolta, in effetti), ma chissà!

17 pensieri riguardo “Propositi per il 2021

  1. Mi ha molto colpito la tua capacità di esporre così razionalmente tanti aspetti che afferiscono all’emotività. Questo io lo considero un grande pregio, una cosa che può aiutare molto ad affrontare le situazioni più critiche.

    Parlando di letture – che è l’ambito in cui mi sento più coinvolta – mi sembra un bel programma. Una bella tabella che ti permetterà di godere del piacere della lettura ma anche di viaggiare geograficamente e di entrare in contatto con realtà magari meno note che ti arricchiranno. Non per farmi pubblicità, ma se ti interessa, in autunno ho pubblicato un post sulla letteratura balcanica, che riassumeva le mie letture legate a quel progetto. Vedrai, c’è davvero tanto da scoprire in quell’area, io personalmente sono rimasta colpita dalla qualità letteraria e dalla varietà di voci.

    Ecco, come al solito sono logorroica…. Ti auguro tutto il bene del mondo per il nuovo anno, a te, ai tuoi figli e tutta la famiglia. E complimenti per tutti gli sforzi che fai, ti capisco molto bene! Ciao, all’anno prossimo!!!

    Piace a 1 persona

    1. Sono andata a ricercare il post, amo molto la letteratura balcanica, ma di quelli non ho letto niente. Tre anni fa ero entrata nel loop e ho letto La figlia (non mi ha fatto impazzire, ma le recensioni sono generalmente molto molto positive), L’ultimo rigore di Faruk, molto bello secondo me e Maschere per un massacro, di Paolo Rumiz, in tema, molto interessante. Però sono rimasta con la curiosità di scoprire di più! Sicuramente lo terrò presente (come molti altri tuoi post, oltre a leggere moltissimo segui percorsi davvero notevoli, inusuali, e questo è, per me, un pregio unico!

      Piace a 1 persona

  2. Ho imparato a non fare elenchi di propositi per il nuovo anno, perché oltre alla mia naturale inclinazione a cambiare idea, la vita fa quello che vuole lei comunque. Ma ho molto rispetto per chi li fa. Ti auguro tanta costanza e tanta lucidità. La fortuna la lasciamo a chi non ha altro a cui aggrapparsi. Baci

    Piace a 1 persona

    1. Io non li facevo da anni, ma quest’anno ne ho sentito il bisogno, per mettere dei punti fermi, per darmi degli obiettivi (sai come quando all’università ti dicevi “entro luglio devo dare 6 esami, e funzionava?). Il tuo augurio è proprio bello, costanza e lucidità, me le segno, e ricambio, anche se accompagnati da un po’ di sano culo non farebbe mica schifo!

      Piace a 1 persona

  3. Madonna che bello sto post, mi ricordi una vecchia blogger perduta, butto lì il nome che magari qualcuno se la ricorda “verbasequentur” che però era veneta. Anyway, obiettivi densi, ma tanta, tanta analisi seria, molto consapevole, anche per il fatto di esporti qui parlando dell’aiuto psicologico, che per moooolti è ancora un tabù. Penso a una mia amica che ha perso il padre in una RSA per il covid, sta malissimo, non che prima stess così bene, va beh discorso lungo e no, terapia, no. Grazie per auguri così belli, convengo anche che un po’ di sano chiul yes sarebbe gradito che poi per me anche il 2019 era stato fonte di enormi disullisioni e dirupi. Intanto ci leggiamo e leggiamo, vediamo come va. Cin cin.

    Piace a 1 persona

    1. Sì, mi ricordo di lei, anche se non ero una lettrice assidua del suo blog ci incrociavamo spesso nei commenti :). Riguardo al discorso psicologo, non è facile parlarne, lo so, anche io a lavoro ometto, per dire, anche se a domanda diretta rispondo. È che se ne becchi un* brav* aiuta, un sacco. Penso che prima o poi ne farò un post, ci penso da un po’. Cin cin, a te! Grazie mille a te, e avanti così!

      "Mi piace"

  4. Ho letto, e non ti trovo affatto logorroica, anzi. Spero che tu riesca a mettere in pratica ciò che dici, perché di sicuro non è facile ma ti fa vivere sicuramente meglio i tuoi affetti! Un abbraccione

    "Mi piace"

  5. Mamma mia, sarà un anno bello faticoso per te con tutti questi obiettivi che ti prefiggi!!! Io non faccio buoni propositi, mai fatti, però adoro i tuoi, soprattutto quelli sulla lettura. E poi prendo sempre ispirazione dai tuoi post per conoscere scrittori nuovi e più impegnativi della mia comfort zone 🙂
    Grazie per gli auguri, li ricambio con affetto; speriamo di ritrovare le nostre banali abitudini in questo 2021. Un abbraccio

    Piace a 1 persona

    1. Sì, mancano tanto tante belle abitudini! Amici da abbracciare, viaggetti da fare, filmini da vedere al cine… (e io ho i biglietti per i Red Hot a Firenze, rimandati al 2021, chissà se sarà fattibile!). Non so come andrà l’esperimento dei buoni propositi, chissà, per ora sono carica!

      "Mi piace"

  6. ho smesso parecchio tempo fa di fre propositi per il nuovo anno, difficilmente riesco a rispettarli, di conseguenza prendo di giorno in giorno quello che viene, e sono contenta quando arrivo a sera e sono riuscita a fare quello che mi ero prefissata di fare la mattina appena sveglia, mi accontento di portare a termine gli impegni della giornata, senza rimandarne nessuno ai giorni successivi

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...