Senza categoria

Ciao Andrea

Se mi chiedessero chi è il mio scrittore preferito Camilleri non mi verrebbe mai in mente. Eppure oggi che non c’è più mi è scesa una lacrimuccia, perché un Montalbano lo leggevo sempre volentieri, perché la sua voce fumosa mi faceva tanto calore, ma soprattutto perché la lettura di alcuni sui libri è impressa a fuoco nella mia memoria.

Mi ricordo benissimo la sensazione felice di quando ho letto per la prima volta “Gli arancini di Montalbano”, preso in una biblioteca bellissima che oggi non c’è più, letto tutto d’un fiato accoccolata sul mio divano, mentre scoprivo per la prima volta quanta fame mi fa venire leggere Camilleri!

Ecco, anche se poi Montalbano è invecchiato male, io oggi ho proprio voglia di rileggere Gli arancini, o la forma dell’acqua.

Ciao Maestro, è triste perdere la tua voce, ma non perderemo certo la meravigliosa sensazione di perdersi in quello splendido dialetto siciliano, che tanto mi hai fatto amare (come dimenticare quando ho lavorato in Sicilia e grazie a te capivo tutto, anche se ho scoperto di mettere male l’accento sulla trazzèra?).

Aggiunta al post dopo un giro su Facebook in cui mi sono ritrovata a piagnucolare sulle sue frasi. Il problema è che forse nemmeno io ero consapevole di quanto le sue storie mi fossero entrate dentro. Il mio Camilleri annuale mi mancherà molto più di quanto avessi creduto. Uffa. Il lutto dei lettori è più serio di quanto si creda.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...