Reading is sexy

Il momento è delicato

Ammanniti è il liceo. Ammanniti è le letture condivise con la mia grande amica del liceo (e potrei far partire una lagna perché non la vedo e non la sento più, me eviterò). Ammanniti è gli animali sfracellati che la terrorizzavano e che a me facevano un gran ridere (non voglio far arrabbiare gli animalisti, ma a me ha sempre fatto effetto “Ken il guerriero”, talmente surreale che tutto quel sangue e quegli organi interni mi scatenano ilarità!). Ammanniti è i personaggi iconici (io dimentico i nomi dei protagonisti dei libri alla velocità della luce, ma ricordo perfettamente Pietro, Flora Palmieri e Michele Amitrano, ah quanto amore, anche se li ho letti quasi 20 anni fa. Ommioddio. 17 anni fa, per la precisione. Ommioddio). Non leggevo Ammanniti da un bel po’, perché i grandi amori adolescenziali vanno lasciati galleggiare nel denso fumo dei ricordi agrodolci, e preferisco quindi dedicarmi ad altro.

Però sono in crisi con la lettura, ho bisogno di cose semplici e mentre girottolavo per la biblioteca in cerca di ispirazione non ho saputo resistere alla tentazione NA!

Il momento è delicato raccoglie un tot di racconti Ammanitensi, ripescati da un archivio che io immagino infestato di pipistrelli-quasi-senza-testa (avete presente Nick quasi-senza-testa di Harry Potter? Il fantasma con la testa attaccata solo per un lembo? Ecco i pipistrelli splatter nell’archivio di Ammanniti sono esattamente così). In questo archivio ci sono cose divertenti, folli e molto godibili, e cagatelle. Nella prefazione il Nostro dice che l’editoria italiana fatica a pubblicare racconti perché vendono poco e “il momento è delicato”. Eccecredo. Mica vanno pubblicati per forza i racconti, solo perché hai scritto due o tre romanzi adorabili. Potevi serenamente tenerli nel cassetto. Oppure aspettare di averne di più, buoni. Perché ce ne sono almeno tre che davvero valgono la pena. Il primo e il penultimo, scritti con Manzini (io ho letto un paio di gialli di Manzini, e rapida rapida rapida li ho dimenticati, e qui vien fuori l’annosa questione, val la pena passare qualche ora allietati da un gialletto per poi resettarlo alla velocità della luce? Propendo per il sì, ma non ci metterei la mano sul fuoco), sono davvero da sghignazzo selvaggio. Il nipote mostruoso in casa della nonnetta morta. Ah, che gioia. E il chilo di coca nascosta nella tetta di un’attrice di fiction da un chirurgo plastico inguaiato? Niccolò mio, sei un tesoro. Ma la cosa, in assoluto, che mi è piaciuta di più, sono gli alieni-cavalletta. Sarà che le cavallette mi terrorizzano, sarà che l’ambientazione (il festival più importante dell’universo, e io mi sono immaginata un Sanremo futuristico, in un teatro con il soffitto tipo volta celeste con impalpabili vestiti di un tessuto rivoluzionario e impalpabile) mi ha gasato a mille, insomma, questo brevissimo racconto è stato il mio preferito.

60-70 pagine su oltre 250. Sono sufficienti? Sarà che ieri c’era il sole, ho fatto pian pianino la deejay ten portando una collega in fondo, godendomi così Firenze e la salita al Piazzale Michelangelo come non avevo mai fatto nelle altre corse perché ero ingarellata, sarà perché oggi vedo tutto a cuoricini e ho l’entusiasmo alle stelle (tempo un paio d’ore e tutto potrebbe crollare, basta una parola di troppo del mio capo, a volte!), ma direi di sì, specie dopo aver riletto il post. Tre racconti godibili. Due cavallette aliene, con quelle disgustose zampette lunghe (io dico cavallette, ma penso mantidi). È stato un piacere, Mr Ammanniti, ancora una volta è stato un piacere!

2 pensieri riguardo “Il momento è delicato

    1. Grazie cara ❤️. Se mai ti capitasse un giorno in cui sei stanca e poco reattiva e hai bisogno di un libro scorrevole e piacevole, ma non stupido, io fossi in te darei una possibilità a “io non ho paura”. Secondo me è un piccolo gioiellino!

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...