Senza categoria

Salita non ti temo!

Oggi è una giornata grigissima, ma io sono di ottimo umore, per qualche motivo.Volevo raccontare un po’ delle ultime corse domenicali. Quando qualche domenica fa feci la splendida corsa a Volterra mi resi conto che, nonostante avessi corso una maratona, di fronte a delle vere belle salite mi ritrovavo proprio una schiappetta. Ora, io non sono in perenne conflitto con la mia condizione di schiappetta, ci mancherebbe, mi apostrofo così più volte al giorno e ne rido assai, tuttavia mi stuzzicava l’idea di cimentarmi più spesso in salite “importanti”, e, visto che sono ancora lontana dall’inizio della preparazione della mia prossima Maratona (troppo lontana :(), quando, già lo so, sarò troppo concentrata su La Regina, per mettermi a pensare ad altri obiettivi, tipo affrontare in maggior scioltezza le salite, ho deciso che la domenica, impegni permettendo, sarebbe stata dedicata alle corse collinari che il Trofeo Tre Province mi organizza ogni domenica. Ne ho fatte 5, nell’ultimo anno, ed ogni volta sono rimasta esterrefatta dalla bellezza di queste corse, dalla meraviglia dei paesaggi, ma anche dalla fatica che le incredibili salite che ci infilano nel mezzo ti fanno fare, e le avevo completamente abbandonate quando ho iniziato con i lunghi della Maratona. Ma bando alle ciance, dicevamo che dopo Volterra mi sono data un buon proposito.

Due domeniche fa, quindi, ho fatto la marcia delle colline di Forcoli. Il mio proponimento era di fare il percorso da 17 km, per cui sono partita, armata di kway anni ’90 di Marito quando era ragazzotto perché quelli del Nano erano tutti nella sua borsa da gioco, sfidando un cielo che prometteva tempesta. Spoiler: gli ultimi due km la promessa del cielo viene mantenuta e io arrivo bagnata mezza, con addosso un kway totalmente inutile, sentivo filtrare sulle bracci i rivoletti di acqua :D! La corsa è stata però davvero bella e abbastanza impegnativa, alcune salite le ho fatte camminando, le più impervie, il 70-80% del percorso era sterrato, cosa che inizia a piacermi sempre di più e i tratti boschivi sono stati favolosi. Il pacco gara, inoltre, era costituito da una confezione di tagliolini e da una salsina al tartufo, prontamente divorati a pranzo con grande felicità mia e di Maritino!

Il cielo che prometteva tempesta

Paesaggi forcolesi

Domenica scorsa, invece, la corsa della domenica era organizzata nientepopodimenoche dal mio paesino! Quindi sono partita, stavolta senza kway, a piedi da casa, ho raggiunto il raduno e ho iniziato a correre. Ero indecisa su quale percorso fare, anche perché il mio paesino è posto sulla cima di un cocuzzolo, di conseguenza non poteva che essere una corsa abbastanza ardua! Dunque parto, sotto una pioggerellina fine fine, cominciamo quasi immediatamente a scendere lungo una strada collinare sterrata, bella fangosa (ho scelto, per questa corsa, le superammortizzate saucony echelon 4, che non uso quasi mai perché, non so se è una questione mentale o cosa, mi sembra di essere frenata, ormai sono persa nel mio amore per le mie adorate mizuncine wave rider (ho sia le 18, che uso per le ripetute e i recuperi, hanno quasi 700 km e sono parecchio consumate, che le 19, che hanno 30 km scarsi e che per ora uso per i medi e per i lunghi dove sono sicura che non ci sia sterrato) e si è rivelata una scelta azzeccata!) per poi, arrivati in fondo, risalire “per la Madonna”, salita asfaltata famosa tra i ciclisti della zona per farti arrivare in cima totalmente spompato. Sono stata estremamente orgogliosa di riuscire a farla tutta a corsa, ma arrivati in cima, a parte un meraviglioso ristoro pieno di crostate artigianali che ho saltato col cordoglio nel cuore, ci siamo immediatamente rituffati nello sterrato per una bella discesa (ho capito di dover migliorare molto anche in discesa, tutti quelli che ho superato in salita mi hanno ripreso, non so come facevano ad andare per quella strada scivolosa e impervia!) e successivamente in un’incredibile salita sdrucciolosa dove ho dovuto camminare :(! A questo punto però in salita ho risuperato alcuni signori che mi avevano sorpassato in discesa, per cui ci siamo messi a scherzare su questa circostanza, e abbiamo proceduto insieme, per una discesa un po’ più agevole e in seguito per un paio di km in falsopiano. Al ristoro seguente, dove si sono fermati a gozzovigliare, mentre io proseguivo, ci siamo separati, ed ho deciso di fare il percorso più lungo (mi stava piacendo così tanto, questo giro per le mie colline, volevo assolutamente prolungare il piacere), 20 km, per cui riparto a salire di buona lena. A questo punto ero all’undicesimo km, ed iniziava (anche se non lo sapevo) la parte più dura del percorso, con 4 km di salita quasi ininterrotta, altri 4 di saliscendi mooooolto sterrato (e fangoso) e infine l’ultimo km sempre in salita, ma asfaltata. Che dire? Percorso esagerato, grazie all’anonimo corridore che mi ha tirato su quando ho infilato un piede nelle sabbie mobili e stavo tristemente sprofondando, grazie all’anzianissimo signore a guardia di un bivio al 15° circa sul percorso dei 20 che, con voce stentata, mi ha incoraggiata “vai bimba, che sei una delle prime donne che passa!”, grazie agli organizzatori che ci hanno fatto trovare pasta alla boscaiola, fagioli al coccio, bruschetta e pane vino e zucchero all’arrivo (io ho preso bruschetta e pane vino e zucchero, ma ho lanciato sguardi infuocati anche ai fagioli), grazie alla corsa che mi ha fatto passare una mattinata splendida, grazie a gambotte che, un po’ per volta, cominciano a prendere confidenza con le salite, le affrontiamo insieme con grande rispetto, partiamo piano pianino e puntiamo alla cima, chi va piano va sano e va lontano!


Cipressi ❤️

Correre completamente immersi nella natura

La pace infinita del filari di vigne

Annunci

2 thoughts on “Salita non ti temo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...